Distilleria

L’ attività della Distilleria Bertolino S.p.A., si incentra principalmente nella lavorazione dei prodotti e sottoprodotti vitivinicoli (vino, vinacce e fecce) per la produzione di alcole etilico da vino, acquavite di vino sia fresca che invecchiata, ed alcole denaturato (produzione annua complessiva di circa 15.000.000 di litri di alcool di svariate qualità ed un impianto di distillazione con produzione giornaliera di 150.000 Litri). Viene altresì prodotto il Tartrato di calcio, dalla lavorazione delle fecce da vino, il quale costituisce la materia prima per la produzione dell’ acido tartarico, oltre ai semi di vinacciolo essiccati, utili all’ industria olearia, oltre che ideali come combustibile “povero”, ossia biomassa per la produzione di energia.

La sua produzione di alcool ed acquavite viene venduta nel mondo per svariati utilizzi: principalmente alimentare oltre che industriale. In particolare la sua capacità di invecchiamento/stoccaggio in botti di rovere pari a 80.000 Hl le consente di poter produrre un’ acquavite invecchiata molto pregiata di diverse tipologie di invecchiamento.

L’ alcool invece proveniente dai sottoprodotti (vinacce e fecce) è un biocarburante di seconda generazione anche denominato “avanzato”, ed è oggi considerato dalle normative del settore ( DL 3/3/2011 n° 28 e DM 10/10/2014) da utilizzare in via prioritaria, poiché da un punto di vista ambientale più sostenibile di altri.

In Italia, infatti, in linea con le direttive europee, è stato introdotto l’obbligo per i fornitori di benzina e gasolio (Soggetti Obbligati) di immettere in consumo una quota minima di biocarburanti, al fine di svilupparne la filiera, aumentarne l’utilizzo e limitare l’immissione di CO2 in atmosfera.

Il quantitativo minimo annuo di biocarburanti che i Soggetti Obbligati devono immettere in consumo è calcolato sulla base del contenuto energetico espresso in Gigacalorie (Gcal) di benzina e gasolio forniti nell’anno precedente, ponderato secondo percentuali definite dalla normativa vigente.

A partire dal 1° gennaio 2012 il biocarburante immesso si considera “conteggiabile”, ai fini degli obblighi di immissione in consumo, esclusivamente se sostenibile, vale a dire se accompagnato da un certificato di sostenibilità rilasciato dall’ultimo operatore economico della catena di consegna.

Quality Character Shows Perfection Approval And ExcellentLa Distilleria Bertolino S.p.A. a tal proposito è certificata sostenibile ai sensi dell’ ISCC EU per la sua produzione , avendo un sistema di tracciabilità dell’ intera filiera agricola, che garantisce una riduzione significativa delle emissioni di gas ad effetto serra.

La commercializzazione al livello mondiale, è la chiave di successo dell’ Azienda, attraverso l’ affidabilità e la qualità dei suoi prodotti.